Chiarimento sui contratti a pensionati

Relativamente alla modifica all’art. 5 comma 9 del DL 95/2012 (convertito con la legge 135/2012), che disciplinava i contratti attribuibili a personale in quiescenza (ossia in pensione) della pubblica amministrazione, introdotta dall’art. 6 comma 1 del DL 90/2014 (convertito con la legge 114/2014) All’articolo 5, comma 9, del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, … Leggi tutto

Residenza fuori sede

L’art. 7 della legge 311/1958 regolamenta la residenza fuori sede dei professori universitari I professori hanno l’obbligo di risiedere stabilmente nella sede dell’Universita’ od Istituto cui appartengono. In casi del tutto eccezionali, i professori possono, tuttavia, essere autorizzati dal Ministro per la pubblica istruzione, su proposta del rettore o direttore, udito il Senato accademico, a … Leggi tutto

Contratti a pensionati

L’art. 5 comma 9 del DL 95/2012 (convertito con la legge 135/2012) che disciplinava i contratti attribuibili a personale in quiescenza (ossia in pensione) della pubblica amministrazione E’ fatto divieto alle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo n. 165 del 2011, nonche’ alle pubbliche amministrazioni inserite nel conto economico consolidato … Leggi tutto

Incompatibilità nei contratti

La legge 240/2010 (Gelmini) ha determinato quali sono le incompatibilità con parenti ed affini nel caso di contratti stipulati da un ateneo. In particolare l’art. 18 comma 1 lettera c determina la totalità dei contratti coinvolti applicazione dei criteri di cui alla lettera b), ultimo periodo, in relazione al conferimento degli assegni di ricerca di … Leggi tutto

Assegno “ad personam”

L’assegno “ad personam” è generalmente un elemento aggiuntivo della retribuzione; quello qui descritto si riferisce in particolare all’assegno erogato con lo scopo di evitare una diminuzione retributiva nel caso di passaggio di qualifica/ruolo (da ricercatore ad associato, da associato ad ordinario)(1), e trova applicazione generalmente nel caso di soggetti con forte anzianità di servizio nel … Leggi tutto

Trattamento economico massimo

Il trattamento economico massimo omnicomprensivo per un dipendente dalla pubblica amministrazione è regolato dall’art. 23-ter comma 1 del DL 201/2011 (convertito dalla legge 214/2011), che limita tale valore a quello del primo presidente della Corte di Cassazione Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, previo parere delle competenti Commissioni parlamentari, entro novanta giorni dalla … Leggi tutto

Personale non contrattualizzato

Nella Pubblica Amministrazione (PA), il personale non contrattualizzato è quello che non è regolato da un Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL); un esempio è dato dai docenti universitari, o dai magistrati, mentre un esempio di personale contrattualizzato è quello dei meccanici, della sanità, o dello spettacolo. Il tema, per i docenti universitari, è ora … Leggi tutto

Rinnovo contratti/affidamenti

I contratti di insegnamento e gli affidamenti sono disciplinati dall’art. 23 della legge 240/2010 (Gelmini), che in particolare al comma 1 (contratti diretti) recita Le universita’, anche sulla base di specifiche convenzioni con gli enti pubblici e le istituzioni di ricerca di cui all’articolo 8 del regolamento di cui al decreto del Presidente del Consiglio … Leggi tutto

Assegno “una tantum”

A parziale compensazione del blocco degli scatti stipendiali, l’art. 29 comma 19 della legge 240/2010 prevede un’attribuzione una tantum, secondo criteri di merito accademico e scientifico, a chi avrebbe goduto dello scatto nel triennio bloccato (questi sono i soggetti ammissibili) separatamente per i tre anni 2011-2012-2013 19. In attuazione di quanto disposto dagli articoli 6, … Leggi tutto