Equipollenza ed equivalenza

I due termini di equipollenza ed equivalenza si assomigliano, ma hanno un significato ben diverso: ai fini di un particolare procedimento amministrativo

  • con equivalenza di un titolo di studio conseguito all’estero si intende che esso ha pari valore di un altro per un fine specifico, ed è una dichiarazione che può essere stabilita (ad esempio dal Direttore del Dipartimento, o dal Coordinatore del Corso di Studi) qualora non vi sia già un’equiparazione ufficiale (o equipollenza, vedi sopra) stabilita dagli organismi competenti.

39 commenti su “Equipollenza ed equivalenza”

  1. Salve
    Per una persona che ha fatto 10 anni di conservatorio vecchio ordinamento e che ha conseguito il diploma di scuola media superiore oltre ad aver superato il corso abilitante per l insegnamento di uno strumento musicale, può dirsi laureato a pieno titolo o si tratta di titolo equiparato alla laurea
    Grazie
    Mariarosaria

    Rispondi
  2. Gentilissimo Prof. Zani,

    ho una laurea in Pedagogia vecchio ordinamento – conseguita dopo l’anno 2000/2001. Questa laurea è stata equiparata a Scienze dell’Educazione, equiparazione che mi consentirebbe di accedere alla classe di concorso A-18.
    Tuttavia – a questo fine – avrei bisogno di una certificazione di equipollenza.
    Lei saprebbe indicarmi dove farne richiesta?
    Grazie,
    Stefania

    Rispondi
  3. Gentilissimo Prof. Zani,
    Con una Laurea V.O. in Conservazione dei beni culturali, equiparata dalla mia università ad una LM 89, posso partecipare ad un concorso per l’insegnamento della classe A12? (posseggo tutti i requisiti riguardo ai crediti sia per del V.O. sia della nuova LM). La mia laurea è stata equiparata anche a quella di Lettere con DM del 98 ma sulle tabelle per le singole CDC continua a comparire una nota che riporta un limite temporale ( aver conseguito il titolo entro l’anno 94/95).
    La ringrazio

    Rispondi

Lascia un commento