Crea sito

Utenti in linea

6 visitatori


Categorie


Argomenti


Archivi


Libri di fisica

  • Fisica sperimentale
  • Lezioni per Meccanica
  • Esercizi per Meccanica
  • Lezioni per Termodinamica
  • Esercizi per Termodinamica
  • Lezioni per Elettromagnetismo
  • Esercizi per Elettromagnetismo
  • Lezioni per Onde

Codice QR

Maurizio Zani - http://www.mauriziozani.it

Festival della Scienza 2016

Festival della ScienzaIl Festival della Scienza è un punto di riferimento per la divulgazione della scienza, un’occasione di incontro per ricercatori, appassionati, scuole e famiglie, ed uno dei più grandi eventi di diffusione della cultura scientifica a livello internazionale.

La XIV edizione del festival, che si svolgerà a Genova dal 27 ottobre al 6 novembre 2016, ha come parola chiave “segni“:

La scienza studia i segni che l’uomo ravvisa nella natura, ma anche la scienza è scritta con i segni di un linguaggio appropriato inventato dall’uomo; addirittura l’interazione razionale ed emozionale tra esseri viventi si sviluppa attraverso segni.

I segni del linguaggio matematico, i segni dell’evoluzione scritti nel tempo profondo, i segni molecolari, i segni genetici, la ricerca di segni di vita su altri pianeti, i segni del linguaggio comune, le prove del delitto, moltissime sono le tipologie di segni analizzati dalla scienza.

Da sempre l’aspirazione dell’uomo è di segnare il proprio passaggio sulla Terra, di lasciare un segno di cambiamento sull’ambiente in cui vive. In ogni epoca l’uomo ha lasciato documentazione di sè, una sorta di comunicazione, di testimonianza fatta secondo i segni propri di ciascuna civiltà.

Anche quest’anno abbiamo scelto una parola chiave che possa stimolare la fantasia di proponenti e pubblico e che ci permetta di costruire un programma variegato, eterogeneo e multidisciplinare.

Per lasciare un segno indelebile nelle menti dei nostri ospiti e visitatori.

 

Insieme a Dario Polli abbiamo quindi proposto per tale edizione una presentazione dal titolo

“Il lato oscuro delle forze. Viaggio tra i campi magnetici e i raggi fotonici”

Il cinema e la letteratura mostrano spesso degli scenari ricchi di fenomeni fisici “accattivanti”, ma quel che osserviamo o leggiamo non sempre corrisponde alla realtà. Nel film X-Men Magneto levita letteralmente nell’aria; nel mitico Guerre stellari le spade laser sono al centro di ogni battaglia; Flash, protagonista dell’omonimo film, riesce a viaggiare nel tempo sfruttando la supervelocità e Spiderman sfida la gravità scalando i muri e le facciate dei palazzi con le mani. È possibile riprodurre ciò che viene mostrato al cinema o in tv? Quali sono i limiti imposti dalla fisica? Esiste una base di verità in questi racconti, spesso estremizzata o esagerata, ma pur sempre ancorata a quelli che sono i reali principi fisici. Proviamo a capire quali siano i limiti del mondo nel quale viviamo, mostrando come e quanto ci si possa avvicinare a quello che il grande schermo (e la fantasia) ci propone. I campi magnetici e i raggi fotonici sono reali: possiamo controllarli per realizzare esperimenti inaspettati, curiosi, interessanti e per capire meglio come funziona la natura ma, per far questo, è necessario… che la forza sia con noi!

La proposta (420 quelle complessivamente ricevute) è stata accettata e siamo stati invitati a presentarla alla manifestazione. Stay tuned!

——————–

Di seguito le slide che sono state presentate (qui il link per scaricarle), anche se non si possono scorrere i video che abbiamo utilizzato all’incontro


——————–

[Aggiornamento 19/10/2016]

Sul sito del Festival della Scienza è disponibile il link alla nostra presentazione, che si svolgerà venerdì 04/11/2016 alle 15:30 presso la Sala del Telegrafo del Palazzo della Borsa, Via XX Settembre 44, Genova.

Lascia un commento

Puoi utilizzare questi codici HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code class="" title="" data-url=""> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> <pre class="" title="" data-url=""> <span class="" title="" data-url="">