Modulo sui servizi agli studenti al Master SUM IX

Si è concluso il Modulo 09 “I servizi agli studenti e il diritto allo studio” del Master di II livello in “Management dell’Università e della Ricerca – SUM” organizzato dal MIP Politecnico di Milano, quest’anno giunto alla sua IX edizione; del modulo è stato titolare il sottoscritto insieme a Chiara Pesenti, Dirigente dell’Area Campus Life del Politecnico di Milano.  Questi sono gli interventi e i relatori che si sono susseguiti in questi due giorni

  • Luigino Filice (Già Presidente dell’Associazione Nazionale degli Organismi per il Diritto allo Studio Universitario – ANDISU)
    • L’evoluzione del paradigma del diritto allo studio: dal sostegno allo sviluppo della persona
  • Stefano Blanco (Direttore Generale della Fondazione Collegio delle Università Milanesi)
    • La Fondazione Collegio delle Università Milanesi e il suo collegio: una residenzialità formativa aperta al mondo
  • Marco Morganti (Responsabile Direzione Impact di Intesa San Paolo)
    • Il credito, da merito a diritto
  • Alessandro Rosina (Prof. Ordinario di Demografia e Statistica sociale, Università Cattolica di Milano)
    • Un quadro dinamico delle nuove generazioni in formazione
  • Andrea Pecoraro (Responsabile dei programmi di Resettlement o complementary pathways di UNHCR)
    • “I corridoi universitari: forme di supporto innovative a studenti rifugiati”
  • Cristina Giurastante (Responsabile Student Recruitment Unit del Politecnico di Milano)
  • Chiara Pesenti (Dirigente dell’Area Campus Life del Politecnico di Milano)
  • Mahée Ferlini (Dirigente Area Programmazione, Sviluppo, Qualità e Life del Politecnico di Torino)
    • “Student Life”
  • Alberto Iperti (Amministratore Unico della Polisportiva Politecnico di Milano S.S.D.)
  • Chiara Pesenti (Dirigente dell’Area Campus Life del Politecnico di Milano)
    • “Polisportiva Politecnico di Milano per la gestione delle attività sportive”

Qui sotto in calce il background e gli obiettivi formativi del modulo.

——————–

La normativa che regola il diritto allo studio degli studenti ed i servizi a diverso titolo conferiti da istituzioni e atenei è ampia e varia; in ambito nazionale parte dalla Costituzione – si vedano ad esempio l’art. 3 (“… E’  compito  della  Repubblica  rimuovere  gli  ostacoli  di ordine economico   e   sociale,  che,  limitando  di  fatto  la  libertà  e l’eguaglianza  dei  cittadini,  impediscono  il  pieno sviluppo della persona  umana …”) e l’art. 34 (“… I  capaci  e  meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. …”), per trovare poi applicazione specifica a livello regionale. Se infatti la Costituzione attribuisce allo Stato la competenza legislativa esclusiva per la determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali, la potestà legislativa in materia di diritto allo studio universitario è attribuita alle Regioni. In attuazione di ciò, il DLgs 68/2012 regola la normativa di principio in materia di diritto allo studio e servizi agli studenti. Si aggiunge poi il contributo specifico che ogni Ateneo, nei limiti delle proprie risorse, ritiene di fornire ai propri studenti – tra cui l’orientamento e il tutorato – sposandolo alle esigenze del territorio e del contesto universitario al fine di favorire il processo formativo degli studenti. Il pieno conseguimento di tali obiettivi tocca quindi temi come le residenze, la ristorazione, la mobilità, le attività culturali e ricreative, la mobilità… molti dei quali hanno piena attinenza e interconnessione con la realtà del territorio che è presieduta dal Comune di pertinenza, nonché con attori privati che erogano servizi a diverso titolo (borse di studio, prestiti, alloggi, …).

È quindi un contesto variegato, di norme ed interlocutori, che hanno come protagonisti primi gli studenti! Diventa quindi necessario conoscere il contesto, gli attori, le norme, anche mostrando casi studio di come in alcune situazioni le diverse realtà coinvolte si siano adoperate e regolate per fornire i servizi sopra menzionati. Il modulo 07 ha esattamente questo obiettivo.

Gli obiettivi formativi del modulo possono essere così riassunti:

  • Conoscere i principali soggetti istituzionali e non coinvolti sul tema dei servizi agli studenti
  • Approfondire la normativa che regolamenta il diritto allo studio e relative declinazioni in ambito regionale/locale
  • Mostrare casi‐studio sui servizi offerti ed erogati quali borse di studio, prestiti, mobilità, alloggi


Lascia un commento